Workshop 8 e 9 luglio: L’ UTILIZO DELLA PLANKA

Workshop 8 e 9 luglio

“L’utilizzo della PLANKA”

cliccare qui soto per sapere altre informazioni.

3881168098

https://m.facebook.com/events/284886668583660?ref=m_notif&notif_t=like

 

Annunci

ALLIEVO ED INSEGNANTE

21MP_memories1_jpg_108713g

Lo yoga deve essere praticato in funzione del livello dell’allievo

Le ragioni che inducono le persone a praticare yoga sono svariate. Mentre l’atleta può usare lo yoga come preparazione allo sport, la donna incinta può utilizzarlo per facilitare il parto. Il bambino può trarne giovamento per diventare più concentrato e meno agitato mentre la persona anziana può beneficiarne a livello di movimento e di energia. Lo yoga dà qualcosa ad ognuno e quello che ognuno riceve è differente. Poiché lo scopo è differente, non possiamo adottare lo stesso approccio per ognuno. Gli strumenti giusti devono essere scelti e praticati in funzione dell’obiettivo di ciascuno individuo.

Anche se le persone condividono lo stesso interesse per lo yoga, non si può proporre la stessa pratica perché il punto di partenza per ognuno di loro è differente. Ad esempio, mentre una donna sta vivendo la sua prima gravidanza, un’altra potrebbe essere alla sua terza esperienza, una situazione e delle condizioni completamente diverse. Inoltre, possono esserci delle differenze di età, il posto dove vivono, il tempo che dedicano alla pratica e altri fattori che le rende uniche.

Non è come una maratona dove tutti partono e arrivano allo stesso punto e il primo che vi arriva è il migliore. Qui il punto di inizio non è lo stesso e tantomeno il punto di arrivo. Per questo ogni situazione personale deve essere rispettata e l’insegnante deve scegliere e insegnare la pratica di yoga più adatta.

Di volta in volta, l’insegnante competente deciderà se usare asana e pranayama o utilizzare anche gli altri mezzi messi a disposizione dallo yoga: atteggiamenti nelle relazioni con gli altri, disciplina personale, consigli sull’alimentazione, pratiche di meditazione e altri numerosi strumenti.

Ogni individuo con le sue caratteristiche, le sue particolarità, è unico. Ogni individuo con le sue singolarità ha tutte le ragioni per essere quello che è. E il punto di partenza di un insegnante di yoga è proprio l’accettazione della situazione dell’individuo.

Tratto dal sito Vinyoga.

Da riflettere.

Workshop: “I PIEDI CHE RESPIRANO”

20150919_092546-1

“I PIEDI CHE RESPIRANO”
Indicato a TUTTI gli SPORTIVI e sopratutto ai praticanti di YOGA.

“IMPERDIBILE”. #yoga Continue reading “Workshop: “I PIEDI CHE RESPIRANO””

RINGRAZIAMENTO A T2Films – Ap7Yoga Experience

I momenti del video realizzato da T2Films.

The moments of the video produced by T2Films.

Ap7 Eduardo 18     Ap7 Eduardo 12

Ap7 Eduardo 10    Edo preguiera

Ap7 Eduardo 9    Ap7 Eduardo 14

Ap7 Eduardo 15      Ap7 Eduardo 16

Ap7 Eduardo 22    Ap7 Eduardo 23

Ap7 Eduardo 24    Ap7 Eduardo 25 B

Ap7 Eduardo 26   Landing Page Sito

Edo Ap7Yoga    Ap7 Eduardo 8

Un ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato per la creazione di questo bellissimo VIDEO – Ap7Yoga Experience

Thanks to all those who worked to create this beautiful VIDEO Ap7Yoga Experience

Tommaso, Michele e Dany. (http://www.t2films.it/)

Namasté.

ANCA

Il dolore all’anca è un problema frequente e può essere causato da molti disturbi diversi.

L’articolazione dell’anca è progettata per resistere ai movimenti ripetuti e all’usura.

Quest’articolazione è composta da una sfera inserita dentro a una cavità ed è la più grande del corpo.
Il dolore che origina dall’anca non si sente sempre in questa parte del corpo, ma si può sentire in mezzo alla coscia o all’inguine.
Allo stesso modo, il dolore che si sente nell’anca può riflettere un disturbo della schiena, piuttosto che dell’anca stessa.
La posizione del dolore all’anca dà un ottima indicazione al medico per trovare la causa dei sintomi.

Dolore profondo all’anca

Lussazione

Una lussazione dell’anca si verifica quando la testa del femore esce dalla sua sede anatomica all’interno della cavità del bacino (acetabolo).
Queste due parti formano l’articolazione dell’anca.
Cause
La lussazione dell’anca è relativamente rara ed è accompagnata da gravi lesioni.
Questo infortunio si verifica spesso insieme a fratture pelviche.

lussazione,anca,congenita,dolore,trauma,lesione,legamenti,muscoli

Un’anca normale è stabile e forte.
Una lussazione dell’anca può avvenire solo se si applica una forza violenta, per esempio con una caduta grave, soprattutto dall’alto o in caso di incidenti con un veicolo a motore.
Fattori di rischio
Un precedente intervento chirurgico di sostituzione dell’anca,

  • Forma delle ossa anormale,
  • Abuso di alcool,
  • Scarso controllo dei muscoli o debolezza.

Sintomi.
I sintomi comprendono dolore nel fianco, soprattutto quando si tenta di spostare la gamba, inoltre si avverte dolore o intorpidimento lungo la zona innervata dal nervo sciatico (parte posteriore della coscia) se i tessuti premono su questo nervo.
L’arto inferiore del lato colpito appare più corto rispetto all’altro.
L’anca ha un aspetto deformato,
Diagnosi
Il medico analizza i sintomi, il modo in cui è avvenuto l’infortunio ed esamina tutto l’arto inferiore.
Gli esami strumentali più indicati sono la radiografia e la TAC.
Terapia
La prima cosa da fare è la riduzione della lussazione, l’ortopedico deve manipolare l’anca per rimetterla nella sua sede anatomica.
Si possono somministrare alcuni farmaci per rilassarsi.
Se la riduzione non funziona, può essere necessario un intervento chirurgico. La riduzione aperta (mediante operazione chirurgica) è necessaria se la coscia o le ossa pelviche sono fratturate.
Prevenzione
Esistono linee guida per prevenire la lussazione dell’anca.
La maggior parte delle lussazioni provengono da infortuni sportivi o incidenti stradali.
Per ridurre i rischi bisogna utilizzare i seguenti accorgimenti: usura la cintura di sicurezza in auto, rispettare i limiti di velocità e le regole stradali, non bere e indossare un equipaggiamento di sicurezza adeguato allo sport praticato.

http://www.fisioterapiareggio.com