IMPARARE e INSEGNARE

Imparare è diverso da scoprire. Scoprire si fa con qualcosa che già esiste. Imparare è acquisire qualcosa dall’esterno. Scoprire è un processo vivo, imparare è una’acquisizione di conoscenza.

Scoprire è un modo di essere, imparare è un modo di avere.

 

Dona Holleman

 

” Non esistono bravi allievi,ma solo bravi maestri. Insegnare non significa assolutamente imporre la volontà del maestro su quella dell’allievo. L’insegnamento è un atto di libertà dall’inizio alla fine.

Al discepolo è richiesto un atteggiamento ricettivo, aperto, accogliente – ancor prima che il cervello comprenda la verità di ciò che gli viene mostrato – un atteggiamento di innocenza primordiale. L’obiettivo del maestro è quello di risvegliare l’interesse e la curiosità nella mente del discepolo, fornendo una visione chiara dell’oggetto del insegnamento. Le spiegazioni dovrebbero essere talmente evidente e logiche da dare all’allievo una sola possibilità: la comprensione. Capire apre la strada all’indipendenza e alla libertà “.

 

Vanda Scaravelli

 

Immagine

 

 

 

 

Imperatore Ces…

Imperatore Cesare Marco Aurelio Antonino Augusto

” A ogni cosa tendi, e cerca col tuo volere: essere a te stesso bello in ogni cosa che fai “.

Marco Aurelio

” Chi ha visto le cose del presente ha visto tutto, sia tutto quello che ha avuto luogo dall’inizio dell’eternità, sia tutto quello che avrà luogo per un tempo senza fine; perché tutte le cose sono di un solo genere e di una sola forma “.

Marco Aurelio

 

Ispirazione

BULLETPROOF

La bellezza e’ come un fiore composto da tanti petali. Ognuno di essi rappresenta un valore, un ideale, una cosa. Un petalo potrebbe essere il rispetto, un altro la natura, un altro l’equilibrio, l’amore, i cinque sensi, l’anima, la diversita’, la pace.

Dovremmo saper cogliere tra le nostre mani tutti i fiori, ognuno con i propri petali, goderne quanto basta per viverli poi ogni volta che ne abbiamo bisogno, per poi affidarli al fiume che li condurra’ da chi sapra’ custodirne la preziosita’, con rispetto e senza danneggiarli con l’appropriamento indebito. Perche’ la bellezza, e tutto cio’ che essa racchiude, dovrebbe essere di tutti. Non dovrebbe essere privata. Non dovrebbe essere esclusiva. Non dovrebbe essere disprezzata o violentata.

 

Bisognerebbe ricordare alla gente cos’è la bellezza, aiutare a riconoscerla a difenderla -tratto dal film I cento passi-

 

View original post

Un giorno un pensatore indiano…

20140428-152252.jpg

Un giorno, un pensatore indiano fece la seguente domanda ai suoi discepoli:
“Perché le persone gridano quando sono arrabbiate?”
“Gridano perché perdono la calma”
rispose uno di loro.
“Ma perché gridare se la persona sta al suo lato?”
disse nuovamente il pensatore.
“Bene, gridiamo perché desideriamo che l’altra persona ci ascolti”
E il maestro tornò a domandare:
“Allora non è possibile parlargli a voce bassa?”
Varie altre risposte furono date ma nessuna convinse il pensatore.
Allora egli esclamò:
“Voi sapete perché si grida contro un’altra persona quando si è arrabbiati?
Il fatto è che quando due persone sono arrabbiate i loro cuori si allontanano
molto. Per coprire questa distanza bisogna gridare per potersi ascoltare.
Quanto più arrabbiati sono tanto più forte dovranno gridare per sentirsi
l’uno con l’altro. D’altra parte, che succede quando due persone sono
innamorate? Loro non gridano, parlano soavemente. E perché?
Perché i loro cuori sono molto…

View original post 96 altre parole

SOTTO UNA LENTE D’INGRANDIMENTO (IL RESPIRO)

Immagine

Osserva il respiro come se fosse sotto una lente d’ingrandimento, sii interessato come se fosse qualcosa di straniero e di sconosciuto, sii curioso per quello che succede ogni volta che espiri e ogni volta che inspiri, così da scoprire ogni sfumatura.

Guarda soltanto questa danza ritmica tra il mondo interno e questo dialogo continuo.

Guarda il respiro e impara come viaggia fuori da te, fin nello spazio e dallo spazio, fin dentro di te.

Ascolta sempre, ascolta con l’orecchio interiore tutta l’attenzione è rivolta ai fruscii del tuo respiro.

Il respiro è rotondo, esce e torna, tranquillizza e guarisce, è una ninna nanna.

Il respiro è una brezza sottile che spira e ci attraversa.

Siedi e respira, senti come il corpo si trasforma in una galleria di sussurri, dove il più piccolo suono si trasmette lontano, molto lontano, senza alcuno sforzo.

Sandra Sabatini

Libro – RESPIRO – ESSENZA DELLO YOGA