I’ll tell my yoga practice.

Edo, why yoga and not other disciplines?

At the moment of choosing, I thought it “must” be something not strictly related to our habits. I was fascinated by eastern culture, so, I went to India, searching for the essence of yoga, for its origin. For sure, this change took place while a change was taking place in my life.

.Immagine

What has lead you to start practicing yoga?

After starting to know yoga in India, I started feeling on my body movements and sensations I had never felt before, and then, slowly, I begun to perceive each part of my body and I understood that it wasn’t just my physical body, the one I saw in the mirror, but it was something greater, universal, a union.

I gave up my twenty-year career  as fitness instructor, to devote myself to this discipline, and it was like embracing myself.

My job and my hobby, perfectly, combine. It’s great to be able to cultivate them both at the sometime.

Immagine

Who is Edo?

Excellent question, I am not actually able to describe myself, I could say something on my personality, how I am, but the essence of who I am it’s a daily discovery and, observing, each change that takes place in me, I can just say that I am enthusiast when I teach yoga, I am concentrated when I practice and I am happy after a day of work.

One realize he loves what he does when he has the same enthusiasm of the first time, even after doing the same thing thousands of times.

Immagine

How has Ap7 yoga started?

It has started from the frendship with Iole Lombardi who has attended my fitness courses for more than twenty years.

She used to suffer from a serious problem with her leg, she couldn’t walk properly and sometimes she couldn’t move her back. So we started working patiently and steadily during private lessons, achieving great results. Some years later she started becoming passionate of yoga and I was no longer motivated  to work into gyms.

I find, in fact, that that environment is not suitable for practicing yoga and so, a day, we started conjecturing, almost jokingly, about opening a location “ad hoc” for yoga.

This location is now Ap7 in the heart of Brescia: an hypothesis of a job that has become a beautiful reality.

Immagine

Why Ap7?

Simple: it’s an acronym and it stands for Associazione Culturale Paganora 7, where Paganora 7 is the address of the school.

Immagine

Annunci

Vi racconto la mia pratica di Yoga.

Tutti giorni ore 8:15  inizio la mia “pratica personale”.

Ogni giorno, mettendomi seduto in Virasana, in silenzio, cerco di capire qual’è l’esigenza del mio corpo, quindi comincio la pratica dell’ascolto. In un momento successivo, quasi sempre, mi metto in Sirsasana con la corda, sento stirare la colonna e rimango nella posizione per circa 5 minuti. Le posizioni seguente sono tutte in abbandono statico, pertanto, ogni posizione che scelgo, senza una sequenza precisa, preparo il corpo fisico. Finito il Sirsasana alle corde mi metto in Uttanasana per un paio di minuti (caduta libera in basso del tronco, delle braccia e della testa), poi prendo la gabbietta per l’apertura del torace, e vado in Setubanda Sarvangasana (gabbietta) in relax totale. Le prime torsioni del giorno le faccio a terra, sciolgo le anche con Ardha Bhujangasana, mi rilasso in Uttanasana (sempre 5 minuti), subito dopo eseguo una piccola sequenza con Adho Mukha Svanasana, Urdvha Mukha Svanasana e Chaturanga Dandasana (che ripeto circa 3 volte) e per finire Supta Virasana. Questa sequenza non si ripete tutti giorni, ma in tutte le posizioni rimango dai 3 ai 5 minuti, per conquistare una massima flessibilità. Nel pomeriggio scelgo una o al massimo due posizioni, e ci lavoro nei piccoli dettagli, lavorando su una percezione sottile (pratica di circa 30 minuti)

Mi trovo molto bene spezzando la pratica in due momenti, la mattina e il pomeriggio (una mia scelta, ogni uno potrebbe trovare la propria).

Oltre alla mia pratica individuale, insegno 4 ore al giorno, quindi la pratica quotidiana (sopratutto quella del mattino) mi serve per mettere in ordine quello che era in disordine dall’insegnamento del giorno prima (chi insegna sa bene che facciamo vedere le asana agli allievi soltanto da una parte del corpo), quindi di sera abbiamo un corpo molto squilibrato.

Dopo una giornata di lavoro è sempre utile cominciare la giornata con una pratica di ascolto e rimettere a posto i piccoli pezzi del corpo come se fossero un “puzzle”.

A Vida que você escolheu!

Reflitam…Façam perguntas para si mesmo…Um bom dia a todos.

GrupoNossaCasa Blog

Um vídeo lindo, emocionante e verdadeiro!

Superar nossas limitações, sempre!!!

Ter e ser referência positiva para que tenhamos uma Vida melhor, mais intensa, mais vivida…

Compartilhar com quem amamos nossas virtudes e nossas fraquezas… Porque o que interessa, no fundo, é a experiência da Vida! 🙂

View original post

Entrevista com Eduardo Aquino

Ap7 Eduardo 11

Edu, por que Yoga e não outras disciplinas?

Para mim foi uma escolha em detrimento de outras. No momento de escolher eu assumi que “deveria ser algo” que não tivesse muito a ver com os nossos hábitos. Eu era fascinado pelo Oriente (sua cultura) então, fui para a Índia em busca da essência do Yoga (sua origem). Certamente esta atitude coincidiu com uma mudança na minha vida .

cropped-ap7-eduardo-26.jpg

O que o levou a praticar Yoga?

Após conhecer o YOGA na Índia, comecei a sentir no meu corpo movimentos e sensações que nunca tinha experimentado antes; logo depois lentamente, comecei a perceber cada pequena parte do meu corpo físico e constatei que não era só o que eu via no espelho e sim, algo muito maior, universal, uma união.

Deixei toda a minha carreira de mais de vinte anos como instrutor de academia para me dedicar a esta disciplina; era como abraçar “eu mesmo”.

Meu trabalho e meu hobby se combinam perfeitamente e é uma sorte que eles possam crescer juntos.

Ap7 Eduardo 24

Quem é Edu?

Boa pergunta. Eu não sei me descrever exatamente; poderia dizer algo sobre minha personalidade, mas a essência de quem eu sou é uma descoberta diária; observo todas as mudanças que ocorrem em mim. Me entusiasmo quando ensino Yoga aos alunos; presto muita atenção quando pratico e fico feliz depois de um dia de trabalho.

Uma pessoa percebe que ama o que faz quando realiza a mesma coisa milhares de vezes com o mesmo entusiasmo da primeira vez.

Landing Page Sito

Como nasceu Ap7 Yoga?

Ap7 Yoga nasceu da amizade com Iole Lombardi, uma aluna da academia onde eu trabalhava como instrutor de fitness.Ela tinha um problema muito grave na perna e quase não conseguia caminhar; muitas vezes a coluna travava.Começamos a trabalhar de forma constante e pacientemente com aulas particulares, obtendo excelentes resultados. Alguns anos mais tarde, ela apaixonou-se pelo YOGA e eu já não tinha mais tanto estímulo para continuar a ensinar na academia.Na verdade, eu acho que este não é um lugar muito adequado para esta disciplina e assim um dia, quase em tom de brincadeira, acenamos em abrir um espaço “ad hoc”.

Este espaço é agora Ap7 Yoga no centro de Brescia (Itália), a hipótese de trabalho que se tornou uma bela realidade.

Ap7 Eduardo 22

Porque Ap7 Yoga ?

Simples, é uma sigla que significa Associazione Culturale Paganora, onde Paganora 7 é o endereço da escola.

Tradução Cristiane Yokoyama Ribeiro

Ap7 Eduardo 23     Ap7 Eduardo 16

Ap7 Eduardo 15     Insegnante

Intervista a Edo

Intervista a Edo

KAYOGA Brescia

ImmagineImmagineImmagine

Edo, perché lo YOGA e non altre discipline?

Per me è stata una scelta “ad esclusione” rispetto alle altre discipline. Al momento di scegliere, ho ipotizzato che “doveva essere un qualcosa” che non avesse molto a che fare con le nostre abitudini.Mi affascinava l’Oriente (la sua cultura), perciò, sono andato in India alla ricerca dell’essenza dello YOGA (la sua origine). Sicuramente questo cambiamento è avvenuto in concomitanza a un cambiamento nella mia vita.

Cosa ti ha portato a praticare lo YOGA?

Dopo aver conosciuto lo YOGA in India, ho cominciato a provare sul mio corpo movimenti e sensazioni che non avevo mai provato prima, e quindi lentamente, ho iniziato a sentire ogni piccola parte del mio corpo e ho capito che non era soltanto il corpo fisico che vedevo allo specchio, ma era una cosa molto più grande, universale, un’unione.

Ho abbandonato tutta la mia carriera ultraventennale di istruttore di…

View original post 246 altre parole

Intervista a Edo

ImmagineImmagineImmagine

Edo, perché lo YOGA e non altre discipline?

Per me è stata una scelta “ad esclusione” rispetto alle altre discipline. Al momento di scegliere, ho ipotizzato che “doveva essere un qualcosa” che non avesse molto a che fare con le nostre abitudini.Mi affascinava l’Oriente (la sua cultura), perciò, sono andato in India alla ricerca dell’essenza dello YOGA (la sua origine). Sicuramente questo cambiamento è avvenuto in concomitanza a un cambiamento nella mia vita.

Cosa ti ha portato a praticare lo YOGA?

Dopo aver conosciuto lo YOGA in India, ho cominciato a provare sul mio corpo movimenti e sensazioni che non avevo mai provato prima, e quindi lentamente, ho iniziato a sentire ogni piccola parte del mio corpo e ho capito che non era soltanto il corpo fisico che vedevo allo specchio, ma era una cosa molto più grande, universale, un’unione.

Ho abbandonato tutta la mia carriera ultraventennale di istruttore di fitness per dedicarmi a questa disciplina, ed è stato come abbracciare “me stesso”:

Il mio lavoro e il mio hobby si combinano perfettamente ed è una fortuna poterli coltivare insieme.

Chi è Edo?

Ottima domanda. Non so esattamente descrivermi, potrei dire qualcosa sulla mia personalità, come sono fatto, ma l’essenza di chi sono è una scoperta quotidiana, e osservando ogni cambiamento che avviene in me, posso solo dire che sono entusiasta quando insegno YOGA, sono attento quando pratico e sono felice dopo una giornata di lavoro.

Uno capisce che ama quello che fa quando ripete la stessa cosa migliaia di volte con lo stesso entusiasmo della prima volta.

Com’è nata Ap7 Yoga?

Ap7 Yoga è nata dall’amicizia con Iole Lombardi, una mia allieva di fitness da più di 20 anni.

Lei aveva un problema molto serio alla gamba, non riusciva a camminare e spesso la schiena si bloccava.

Abbiamo cominciato a lavorare costantemente e pazientemente con lezioni private, ottenendo ottimi risultati. Qualche anno dopo, lei ha cominciato ad appassionarsi allo YOGA ed io non ero più stimolato ad insegnare in palestra.

Trovo infatti che questo sia un luogo poco adatto a questa disciplina, e così un giorno abbiamo ipotizzato, quasi scherzando, di aprire uno spazio  “ad hoc”.

Questo spazio oggi è Ap7 Yoga, nel cuore di Brescia: un’ipotesi di lavoro che è diventata una bella realtà.

Perché Ap7?

Semplice, è un acronimo e sta per Associazione Culturale Paganora 7 dove Paganora 7 è l’indirizzo della scuola.

Io maestro di YOGA…

Buongiorno a tutti, mi chiamo Eduardo Thomaz de Aquino, lo so è un nome lungo, voi chiamatemi Edo, sono un maestro di Yoga. Questo è il mio blog e da oggi insieme a voi voglio trasmettervi la mia più grande passione, il mio lavoro…la mia vita. Se penso allo yoga penso:

Quando i sensi si sono calmati, quando la mente riposa, quando l’intelletto non tentenna, allora, dice il saggio, il più alto stadio è raggiunto. Questo costante controllo dei sensi e della mente è stato definito Yoga. Chi raggiunge tale controllo è libero dalla delusione. B.K.S. IYENGAR.

Vi auguro una buona giornata. Mi raccomando seguitemi.

Associazione_Paganora_Brescia.2jpg Associazione_Paganora_Brescia.1jpg Associazione_Paganora_Brescia.4jpg
Associazione_Paganora_Brescia Associazione_Paganora_Brescia.7jpg Associazione_Paganora_Brescia.6jpg
PH ANDREA TORTELLI